L’effetto speciale del CIOCCOLATO che non ti aspetteresti MAI

Il cioccolato fondente? Un sorprendente alleato della silhouette
A chi non piace il cioccolato? Lo si mangia quando si è felici, quando si ha voglia di qualcosa di dolce e anche quando si è tristi e si ha bisogno di coccolarsi un po’. Insomma, questo prezioso alimento è forse quello che più viene utilizzato al mondo e che non manca mai nel carrello della spesa.
Ciò che viene comunemente definito cioccolato non è altro che il risultato della complessa lavorazione delle fave di cacao, provenienti da una pianta antichissima originaria del Sud America. Dopo essere state raccolte, le fave vengono lasciate fermentare, poi sono essiccate, tritate e sottoposte ai diversi processi a seconda del tipo di prodotto finale che si vuole realizzare. Come accennato, la pianta di cacao ha origini molto antiche, si pensa che sia stata conosciuta e coltivata già dalla popolazione Maya intorno al 1000 a.C. per poi arrivare in Europa nel 1585, facendo impazzire tutti, grandi e piccini.
Sono risaputi i benefici di questo alimento, si parla di contributi positivi sia sotto il profilo fisico che di quello mentale. A tal proposito, il cioccolato contiene sostanze quali la Vitamina E e il Magnesio che aiutano la concentrazione e l’apprendimento; i polifenoli invece hanno importanti qualità antiossidanti e protettive, le quali fanno sì che sia mantenuto basso il livello di colesterolo “cattivo” all’interno del sangue e ci sia anche un minore assorbimento di glucosio. Inoltre, il cioccolato aiuta a contrastare l’invecchiamento cellulare e la formazione di radicali liberi, è un ottimo anti stress e permette di sentirsi subito di buon umore (merito questo della serotonina).

Il cioccolato fondente e la sua azione dimagrante.

Non tutti i cioccolati sono uguali e “buoni” per la salute; gran parte del cioccolato che si trova al supermercato ha in sé solo una piccola percentuale di cacao, il resto è solo zucchero, burro di cacao e conservanti. Per poter godere dei benefici appena richiamati è necessario acquistare un buon cioccolato fondente, ossia quel cioccolato che contiene almeno il 43% di cacao ed è importante accertarsi di questo leggendo bene l’etichetta prima di procedere con l’acquisto.
Gli aspetti positivi del cioccolato fondente si estendono però anche al campo del benessere e cura della silhouette.
Infatti, presso l’Istituto di dietetica e salute di Mainz (Germania) sono state condotte delle ricerche dalle quali è emerso come tale prodotto si riveli un ottimo alleato della forma fisica e del dimagrimento: coloro che assumevano spesso cioccolato nero tendevano ad essere più magri di chi invece lo mangiava solo occasionalmente.
Pertanto, è stato evidenziato che assumere una quantità di cioccolato fondente puro e amaro (che abbia cioè l’80% di cacao e sia privo di zuccheri) potenzia gli effetti di una dieta dimagrante. La quantità consigliata è di 40 grammi al giorno, che contengono all’incirca 218 Kcal. Viene ulteriormente raccomandata l’assunzione di detta quantità di cioccolato durante la colazione e procedere nell’arco della giornata con dei pasti equilibrati, leggeri e con pochi zuccheri. La quantità di cioccolato inserito all’interno di una dieta permetterebbe di perdere il 10% in più di peso. Una bella soddisfazione!