Caro assicurazione auto al SUD: Una discriminazione illegittima?

Questo post prende spunto da un commento lasciato da un utente sulla nostra fan-page a proposito di un grave problema che colpisce i consumatori del Sud Italia che è il caro assicurazione auto. 

Secondo l’Osservatorio RC AUTO di Facile.it (http://www.facile.it/assicurazioni.html) nonostante un calo generale del prezzo della polizza auto rimane netto il divario tra il Nord e il Sud. La Campania è sempre la regione dove per assicurare l’auto si deve pagare di più: quasi 1.050 euro che, però, sono oltre il 20% in meno del premio medio di sei mesi fa, seguono la Puglia (796,75 euro) e la Calabria (769,05 euro). Si confermano le regioni più convenienti per chi deve assicurare un’auto la Valle d’Aosta con premi medi pari a 390,39 euro, il Friuli Venezia Giulia (402,71 euro) e il Trentino Alto Adige.

Quindi effettivamente il costo della copertura assicurativa per gli automobilisti meridionali è davvero proibitivo e questo, secondo il nostro fan porterebbe ad una vera e propria discriminazione razziale da parte delle compagnie assicurative, ma ecco nel dettaglio cosa ci ha scritto:

Contro il caro assicurazioni la gente meridionale maggiormente penalizzata si sente rassegnata , invece bisogna denunciare ,ognuno alla procura della propria città ,prefettura, e alle associazioni consumatori,i truffatori vanno arrestati , le loro colpe non devono ricadere sugli onesti

tutti possono utilizzare il seguente modulo ;
DENUNCIA / QUERELA contro tutte le assicurazioni italiane ,per i i seguenti motivi :

assicurazione-denuncia

A cui segue un vero e proprio formulario da utilizzare per presentare un esposto alla procura della propria città, perché si indaghi per verificare se il prezzo delle assicurazioni al SUD è davvero proporzionato all’incidenza statistica dei sinistri o se le compagnie assicurative non speculino sui luoghi comuni che vogliono il Sud Italia come capofila dell’arte della truffa all’assicurazione.

Per chi volesse esaminare il testo dell’esposto abbiamo allegato qui il file PDF:

http://www.notiziespericolate.com/esposto-assicurazione.pdf

Certo, magari non si tratta di vera e propria discriminazione razziale, ma sarebbe il caso che finalmente qualcuno vada ad indagare negli affari delle compagnie assicurative, perchè i cittadini del meridione sono stanchi dei luoghi comuni e di pagare per questo fior di quattrini per l’assicurazione obbligatoria.