10 e Lotto – L’ennesima tassa volontaria sulle debolezze della gente

Noi di Notizie Spericolate, dopo avervi già messi in guardia sui gratta e vinci, vogliamo parlarvi del 10 e lotto, il “nuovo” gioco d’azzardo approvato dallo stato biscazziere con un meccanismo diabolicamente studiato a tavolino per creare dipendenza, dimostrandovene gli effetti questo articolo.

Non ci dilungheremo molto sulle regole, ma in linea di massima si tratta di un gioco a moltiplicatore che consente di giocare da 1 a 10 numeri (compresi nel solito intervallo del lotto da 1 a 90) e paga in proporzione ai numeri indovinati sui numeri giocati.

La cosa drammatica del 10 e lotto è la rapidissima velocità con cui si susseguono le estrazioni, una ogni 5 minuti, innescando così il tipico meccanismo compulsivo di chi gioca alle slot machine e ai gratta e vinci unito all’illusione del giocatore del lotto di essere padrone del proprio destino scegliendosi i numeri “fortunati” della giornata. Ecco che con questo gioco lo Stato è andato a colpire quella ampia fetta di giocatori che non avrebbe mai giocato alle macchinette o ai videopoker, perchè ritenuti giochi “stupidi” o pilotati, ma che invece non disdegnano il lotto in quanto ritenuto (erroneamente bisogna ribadirlo, visto che i numeri non hanno memoria) un gioco dove si mantiene ancora un certo controllo sul proprio destino

E gli effetti sono stati devastanti, e ormai possiamo dirlo deliberati! Chi tiene le redini del gioco in Italia, lo stato in combutta con i concessionari, ha creato una nuova serie di zombie del 10 e lotto, basta fare un giro per i tabaccai per vedere decine di persone a tutte le ore (soprattutto anziani e casalinghe) ipnotizzate davanti ai monitor, dove a raffiche di 5 minuti i numeri vengono sparati da un elaboratore centrale. E se i numeri non vengono fuori al primo giro, si gioca e si rigioca fin quando non vien fuori almeno un contentino, di solito una vincita che serve a malapena a ripagare la puntata e che inevitabilmente finirà per essere “reinvestita” in quella successiva. Vincita magra ma che almeno si potrà sbandiera davanti agli altri habitué’ dicendo che “ci siamo ci siamo… la fortuna sta girando, la prossima farò il botto”.

Questo gioco, come gli altri, hanno solo un vincitore lo Stato e i loro concessionari e l’unico modo per sovvertire questa verità è non giocare, ed evitare di tassarsi ulteriormente e volontariamente.

E per chi vuole il conforto della matematica ecco le probabilità di vincita, direttamente dal sito di Lottomatica, segnaliamo soltanto che per indovinare 10 numeri le probabilità sono di 1 su 30.963.246